in

Un passaporto sanitario unico per favorire il turismo.

Il comparto del turismo deve ripartire. Per capire meglio come fare turismo al tempo del Covid-19 Mondo Sanità ha intervistato Walter Pasini, Direttore del Centro di Travel Medicine and Global Health.

Il turismo, soprattutto quello internazionale, è comparto economico che maggiormente ha sofferto per la pandemia da Covid-19. Nonostante la pandemia non sia ancora terminata bisogna far ripartire questo importante ramo dell’economia.

Per riuscire a capire meglio come conciliare la necessità  di far ripartire un comparto fondamentale per un paese ad alta vocazione turistica come l’Italia e le stringenti necessità sanitarie dettate dalla pandemia da Covid-19 Mondo Sanità ha intervistato Walter Pasini, Direttore del Centro di Travel Medicine and Global Health. L’esperto ha sottolineato come sia impossibile fare turismo come lo si faceva nell’epoca pre-covid ma allo stesso tempo indica delle possibili soluzioni per riprendere a viaggiare.

Una delle soluzioni presentate dall’esperto è il Passaporto Sanitario, un documento di 24 pagine che contiene l’ anamnesi del viaggiatore internazionale nelle principali lingue e che consente al medico straniero che si debba occupare di lui di conoscerne in pochi motivi la storia sanitaria. nella nuova versione, il Passaporto sanitario dovrà contenere informazioni relativi al Covid-19 ed in particolare se e quando il viaggiatore ha contratto la malattia e se e quando è stato vaccinato.

IL RUOLO DELLE FARMACIE DURANTE LE FASI DEL COVID

Gli effetti dell’inquinamento sul Covid-19