in

Salute degli occhi in estate: i consigli degli esperti

Consigli per la salute degli occhi in estate

Acqua,occhiali da sole e lacrime artificiali sono gli alleati numero 1

È fondamentale preservare la salute degli occhi tutto l’anno, ma secondo i dati d’estate gli occhi patiscono  di più.

Da Iapb Italia Onlus, l’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della cecità, è arrivata la nuova campagna per sensibilizzare le persone a prendersi cura della salute della vista, anche in vacanza.

Infatti in questo periodo particolare dell’anno l’occhio può soffrire, come il resto del corpo umano, di disidratazione, e lo dimostrano le “mosche volanti”.

Secondo gli esperti, per ovviare a questo problema, è importante mangiare molta frutta e verdura e bere molta acqua. Infatti se non si beve quanto dovuto, si possono accentuare le cosiddette “mosche volanti”, puntini, “ragnatele” e altri addensamenti che si muovono con lo sguardo, chiamati corpi mobili.

Ci sono molti agenti scatenanti di disagi e infiammazioni: dal bagno in mare o piscina con le lenti a contatto, e alle volte anche senza, al vento caldo estivo.

Gli esperti hanno dato consigli in merito: portare sempre con se lacrime artificiali e occhiali da sole. Proteggono da disidratazione o da infiammazione come congiuntiviti. Altro consiglio utile: non strofinare gli occhi con le mani. Ad esempio, se entra della sabbia, della crema solare o altri corpi estranei, bisogna sciacquarli con abbondante acqua fresca.

La salute degli occhi al mare

Un mito da sfatare: tenere gli occhi aperti sott’acqua non fa male alla salute degli occhi. Però, a causa del cloro e del sale che possono essere irritanti, è preferibile usare gli occhialetti.

Il sole è meglio guardare direttamente solo al tramonto: quando è all’orizzonte l’intensità dei raggi è bassa. È fondamentale infatti, d’estate soprattutto, proteggersi dai raggi Uv utilizzando occhiali da sole di qualità, con lenti a marchio CE, soprattutto se è presente molto riverbero.

Tutto il nostro corpo d’estate ha bisogno di attenzione particolare perché i raggi a cui è esposto non sempre sono salutari.

SALTARE LA CORDA

Saltare la corda: esercizio sottovalutato

Progetto Open Way

Progetto Open Way in Regione Toscana