• 20 September 2021

Ecco una nuova sperimentazione clinica sulla realtà virtuale nata a Ferrara.

Nasce una nuova sperimentazione clinica a Ferrara che prevede l’uso della realtà virtuale immersiva come nuovo strumento riabilitativo post ictus: in particolare per il recupero motorio dell’arto superiore.

Ma in particolare, dove si sta svolgendo? Al Centro di riabilitazione S. Giorgio dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Ferrara e il Center for Translational Neurophysiology of Speech and Communication dell’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit) di Ferrara.

Quali sono i vantaggi? Secondo gli esperti sono molteplici: dalla possibilità di proporre esercizi di riabilitazione variegati e collegati a specifiche ambientazioni ( e dunque a detta dei pazienti “meno noiosi”) a quella di svolgere la riabilitazione da casa propria, contando sul controllo del medico da remoto.

Una grande innovazione, grazie alla telemedicina e al telemonitoraggio. Infatti il progetto sperimentale sulla realtà virtuale consente una maggior comodità per il paziente e, allo stesso tempo, una minore frequentazione dell’ambiente ospedaliero, gettando le basi per future soluzioni alternative alla prestazione “in presenza”. Inoltre, questa nuova tecnologia permette la misurazione in tempo reale della cinematica dei movimenti durante lo svolgimento degli esercizi e la conseguente possibilità di monitorare in maniera quantitativa i progressi.

Logo Mondosanita

Mondosanità è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Torino Iscrizione N. 5158/2020 del 23/05/2020 RG n. 8682/2020. Eccetto dove diversamente indicato, tutti i contenuti di Mondosanità sono rilasciati sotto licenza "Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License". Numero registro stampa 11/2020 del 23/05/2020 Direttore responsabile: Giulia Gioda