• 3 August 2021

Secondo un’indagine condotta dall’istituto di ricerca Swg nella settimana dal 6 al 12 aprile, cala negli Italiani la preoccupazione per il Coronavirus. Il sondaggio analizza come la pandemia legata al Covid-19 stia modificando i comportamenti e gli atteggiamenti di individui e consumatori.

Andando ad analizzare il sondaggio nel dettaglio possiamo apprendere che il processo di ritorno alla normalità è percepito dagli Italiani come più lungo rispetto a quanto ipotizzassero qualche settimana fa. Gli Italiani si immaginano per il futuro un’Italia indebolita dalle conseguenze del Coronavirus, colpita sul fronte del lavoro e proprio per questo motivo gli Italiani hanno iniziato a risparmiare.

Se da un lato cala la preoccupazione per la diffusione del Covid 19, passando in tre settimane dal 57% al 46% (meno di un italiano su due), dall’altra cresce negli Italiani la paura che qualcuno del proprio nucleo famigliare possa perdere il lavoro e a temerlo sono il 52% degli intervistati.

Secondo la maggior parte degli intervistati il virus non verrà debellato prima di tre mesi e comunque non verrà debellato completamente, per cui dovremo cambiare sostanzialmente i nostri stili di vita. Paradossalmente però il sondaggio ha rilevato come sia lievemente calato l’accordo sulle limitazioni che ci sono state imposte: infatti se a inizio pandemia erano d’accordo il 91% degli intervistati, queste settimane di quarantena iniziano a produrre un disaccordo e ora si dichiara d’accordo l’85% del campione.

La maggior parte degli intervistati vorrebbe sottoporsi a tamponi e screening sierologici e pur essendo in possesso di mascherine e utilizzandole regolarmente, ha avuto difficoltà a procurarsele. Il 63% le ha acquistate in farmacia, il 21% le ha comperate sul web, mentre solo il 61% di chi continua a lavorare (non in smartworking) le ha ricevute dal proprio datore di lavoro.

Logo Mondosanita

Mondosanità è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Torino Iscrizione N. 5158/2020 del 23/05/2020 RG n. 8682/2020. Eccetto dove diversamente indicato, tutti i contenuti di Mondosanità sono rilasciati sotto licenza "Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License". Numero registro stampa 11/2020 del 23/05/2020 Direttore responsabile: Giulia Gioda