• 23 June 2021

[vc_row][vc_column][vc_column_text]In un periodo particolare per la nostra salute come quello che stiamo vivendo, con l’arrivo della primavera subentrano anche le allergie stagionali. Ciò può destare qualche incertezza perché ci sono sintomi simili a quelli lievi del Coronavirus: prurito agli occhi, congestione nasale, naso che cola e talvolta respiro sibilante ed eruzione cutanea, oltre ad asma nei casi più gravi.

Molti si chiedono: è un fattore di rischio per il Coronavirus? La risposta degli esperti al 15-20% della popolazione allergica è no. Infatti un approfondimento pubblicato dall’Istituto Superiore di Sanità delinea che negli studi disponibili le allergie stagionali, incluso l’asma allergica lieve, non sono state identificate come un fattore di rischio importante per l’infezione da SARS-CoV-2, o per un risultato più sfavorevole.

Invece l’asma, sia moderata sia grave, in pazienti che hanno bisogno di cure quotidiane, è inclusa nelle condizioni polmonari croniche che predispongono alla malattia grave causata dal Coronavirus. Per questo si consiglia di non smettere il trattamento farmacologico prescritto dal proprio medico; in caso di aggravamento delle proprie condizioni respiratorie e se si sviluppano sintomi compatibili con il coronavirus cercare immediatamente assistenza sanitaria e autoisolarsi.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Logo Mondosanita

Mondosanità è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Torino Iscrizione N. 5158/2020 del 23/05/2020 RG n. 8682/2020. Eccetto dove diversamente indicato, tutti i contenuti di Mondosanità sono rilasciati sotto licenza "Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License". Numero registro stampa 11/2020 del 23/05/2020 Direttore responsabile: Giulia Gioda