in

App Immuni: 6 milioni di download

Il Ministero della Saluta annuncia con orgoglio questo traguardo.

L’app Immuni è stata scaricata da oltre sei milioni di persone. Grande aumento di download nelle ultime settimane. Infatti Solo negli ultimi sette giorni si sono avuti circa 500 mila download, contro i 157 mila della precedente settimana.

Il numero in aumento dei download dell’app è un segno positivo per incrementare il tracciamento e il monitoraggio dei contatti tra chi è stato esposto al Covid nel nostro Paese.

L’app Immuni è molto importante per aumentare la sicurezza dei cittadini e delle proprie famiglie. La piattaforma infatti, approvata dal Governo, ha l’abilità di utilizzare una tecnologia di prossimità tramite Bluetooth.

I casi positivi o i sospetti vengono segnalati, e a chi si avvicina a persone potenzialmente infette viene segnalato di essere in pericolo e di dover fare il tampone. L’app è anche sicura: ciò per il fatto che usa circuiti di crittografia e meccanismi di autentificazione assolutamente anonimi. Dunque il rischio di una violazione della privacy è vicino allo zero.

Fino a poche settimane fa procedeva a fatica il cammino dell’app nazionale sul Covid-19, tra crescenti evidenze di efficacia, dubbi e polemiche al contorno. Adesso, visto il numero in aumento di download, le remore sembrano momentaneamente superate.

Con il ritorno a scuola inoltre l’applicazione ha assunto un numero ruolo: infatti è stato consigliato lo scaricamento agli studenti che superano i 14 anni di età così da poter rilevare un’eventuale esposizione al Covid-19.

Infine molte sono le iniziative a livello locale e regionale per promuovere l’uso di Immuni.

Per visitare il sito ufficiale di Immuni potete seguire questo link: https://www.immuni.italia.it/

 

 

Tre mesi fa l’App era stata scaricata da 3 milioni di utenti. Per saperne di più: https://www.mondosanita.it/app-immuni-vicina-al-traguardo-dei-3-milioni-di-download/

Fake news merendine

Fake news sulle merendine dilagano

Diffusione del Covid

Diffusione del Covid: ritirate le linee guida USA